L’evento dedicato al Calendario 2020 dell’associazione culturale no profit «Poesie Metropolitane».

di Francesca Piccolo.

Il 14 dicembre alle ore 19:00 presso la Mondadori Book Store (CC. La Fabbrica) di Salerno, “Stagioni poetiche”: una Mostra poetica e artistica dedicata al Calendario 2020 dell’associazione culturale no profit . “Stagioni intese come quelle del cuore, dell’anima e del tempo: autunno, inverno, primavera ed estate, non sono più le stagioni di una volta, travolte dal disordine e dall’incertezza del quotidiano, e l’arte – dice una delle organizzatrici Maria Concetta Dragonettoè chiamata a mettere in ordine il divenire del nostro tempo”.

ad

Il Calendario dell’associazione dà spazio ad artisti e poeti su dodici cartoline rilegate ad un magnete che possono essere staccate alla fine di ogni mese e magari anche essere spedite, cartoline realizzate con carta certificata FSC, riciclata e riciclabile al 100% su un magnete riutilizzabile. Un calendario inedito e che punta alla sfera emotiva di ognuno e che risponde a tre funzioni: magnetico, da parete e da scrivania: dodici cartoline rilegate ad un magnete che possono essere staccate alla fine di ogni mese e magari anche essere spedite. Cartoline realizzate con carta certificata FSC, riciclata, riciclabile al 100% su un magnete riutilizzabile. La Mostra ha lo scopo di valorizzare poeti e artisti, che si sono cimentati ad animare i mesi nel Calendario, attraverso la presentazione al pubblico di opere uniche contenenti illustrazione e fotografia insieme al componimento poetico.

“Stagioni poetiche 2020”, rientra nel progetto “Calamità Poetiche” che ha come scopo, la pubblicazione di versi poetici su supporti magnetici (come le calamite poetiche che negli anni scorsi hanno invaso molte strade di Napoli), che vengono poi diffusi sul territorio, per il puro amore di donare poesia all’umanità. Per l’edizione 2020 il calendario di Poesie Metropolitane ospita anche firme conosciute del panorama nazionale poetico e di narrativa oltre che autori e artisti emergenti: “edito ed inedito si mescolano, segno che parlare di arte non conosce targhe o primi posti – dice Rosa Mancini una delle fondatrici dell’associazione – l’arte non conosce pregiudizi o barriere”. “Numerose le adesioni per cui i calendari sono divenuti due” – racconta Maranno Ciano. Il primo Calendario è stato sposato da Franco Arminio, da scrittori e giornalisti tra cui Roberto Ridondale, Paolo Romano, Roberto Todisco e Lorenzo Marone ma anche attori e registi come Brunella Caputo, l’editore Alfonso Bottone, e tanti poeti metropolitani: Rosa Mancini, Maria Concetta Dragonetto, Marianna Ciano, Gaetano Napolitano e Antonio Farina. Gli artisti Antonio Foglia, Antonio Conte, Clelia Le Boeuf, Bruna Troise, Valentina Guerra, Rosaria Mottola, Emmanuel Romano e Katya Nappo. I fotografi Cristina Santonicola, Elio Messina, Paola Cimmino, Ciro Caruso.

Il Secondo calendario vede in campo Max Ponte, l’attrice e regista Brunella Caputo, i poeti metropolitani Assunta Sperino, Vincenzo Chioccarelli, Gigliola Izzo, Maria Concetta Dragonetto, Armando Caruso, Marianna Ciano, Rosa Mancini, Maria Rosaria Ferrara, Azelio Ciampini, Pasquale Foresta.Gli artisti Antonio Foglia, Antonio Conte, Clelia Le Boeuf, Bruna Troise, Valentina Guerra, Rosaria Mottola e Katya Nappo. Il Calendario di Poesie Metropolitane rientra nelle azioni di raccolta fondi, necessari per la realizzazione di eventi, gare e interventi poetici sul territorio.