Un'aula di tribunale (foto di repertorio)

Invocati 160 anni di carcere per i sedici imputati dei Moccia

Dura la requisitoria del pm nel corso dell’udienza del processo che vede alla sbarra presunti capi e gregari dei Moccia. Il procedimento è stato imbastito per la cosiddetta  «stagione delle bombe» del racket che per un lungo periodo interessò il territorio del comune dell’hinterland settentrionale di Napoli. Il pubblico ministero ha invocato 160 anni di carcere per sedici persone. Le pene maggiori sono state chieste per i ras Renato Tortora (18 anni) ed Enrico Tortora (14 anni di reclusione). Questi ultimi due – riporta il quotidiano Il Roma -, nel corso dell’udienza di ieri, hanno riconosciuto le proprie responsabilità rispetto al giro di estorsioni.