“Credo si sia fatto un passo avanti: c’e’ piena disponibilita’ da parte delle istituzioni e uno spirito collaborativo. Ovviamente ci sono dei problemi ma la conclusione di questa sera e’ quella che si lavorera’” per risolvere il nodo principale, ovvero il Villaggio atleti. Lo dice il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, al termine della cabina di regia che si e’ tenuta a Palazzo Chigi con alcuni esponenti del governo e i massimi rappresentanti del Coni, tra cui il presidente Giovanni Malago’.

Per il governatore si parla di “approntare delle navi per ospitare il piu’ alto numero di atleti possibile (circa 4.000, ndr) e questo semplificherebbe il problema per quindi ragionare su un’area extra che, per quanto mi riguarda, non puo’ essere in nessun caso la Mostra d’Oltremare”. “Credo – aggiunge – che si troveranno senza problemi 5.000 metri quadri per ospitare un piccolo Villaggio atleti che non crei problemi di oltraggio a un bene storico artistico importante, e che non si esponga alla valanga di ricorsi che sicuramente e giustamente ci sarebbero sulla Mostra”.

Il governatore Vincenzo De Luca

Quanto al perche’ si sia arrivati a questa conclusione solo negli ultimi giorni (visto che quella del villaggio atleti era l’ipotesi originaria), il governatore risponde: “Me lo chiedo anch’io. Io so solo che caccio i soldi, la Regione Campania paga e gli altri non tirano fuori un euro. Perche’ l’evento e’ finanziato per 170 milioni dalla Regione e per 100 dal governo nazionale. Siamo in un Paese in cui parla di piu’ chi paga di meno e soprattutto chi non paga niente”. “Se mi sono pentito? Si’ soprattutto per i 170 milioni di euro spesi perche’ per un anno non ne ha parlato nessuno. Battute a parte – precisa subito dopo il governatore campano – non sono pentito: era una grande bella occasione per Napoli, per la Campania e per l’Italia. E anche un’occasione per rifare decine di impianti sportivi”.