TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Internet è un mezzo potentissimo, capace di unire persone da una parte all’altra del Globo. E allora capita che una semplice frase, magari buttata lì così, preso da una chissà quale nostalgia, possa diventare una vera e propria proposta che metta d’accordo 6 milioni di tifosi sparsi per il mondo. Quelli del Napoli, che si apprestano a vedere un radicale cambio di look per lo stadio San Paolo, che dal 25 aprile vedrà arrivare i nuovi sediolini (azzurri, bianchi o blu, anche se la vicenda non è ancora ben delineata). La Mondo, ditta che, tra le altre, ha vinto l’appalto per la rimozione, ha assicurato che questa comincerà quanto prima.

 

Ma che fine faranno quelli vecchi? I tradizionali rossi che, dai lavori di Italia 90, hanno accompagnato le sfide casalinghe del Napoli, passando da Maradona a Mertens, ospitando i sostenitori partenopei nell’impianto di Fuorigrotta dovranno essere smaltiti come rifiuti. E allora qualcuno ha lanciato la sua idea, diventata proposta quasi ufficiale: si mettano in vendita come cimeli. Si dia la possibilità ai tifosi di acquistarli, magari con una targa con il nome del sottoscrittore. Da Palazzo San Giacomo si sta valutando la richiesta, anche se non è facile, perché la ditta che ha vinto ha l’obbligo di smaltirli e non farlo significherebbe una violazione della gara e un vantaggio economico.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT