“Ho chiesto al dottore di farmi giocare fino a maggio, dopo se avro’ altri problemi non fa niente. Voglio che il mio corpo regga fino a fine stagione, poi ci sara’ tempo per rilassarci in vacanza”. Lo ha detto il difensore del Napoli Faouzi Ghoulam in un’intervista all’emittente campana Tv Luna sul suo rientro a breve dopo l’infortunio.

Ghoulam: “Non ho in testa una data per il rientro in campo”

Ghoulam ha parlato con ottimismo del suo recupero dopo l’ok del professor Mariani al rientro in gruppo per gli allenamenti: “Non ho in testa una data per il rientro in campo – precisa – se pensassi a una data vorrei anticiparla. Non decido da solo, non posso dirla ne’ pensarci. Dobbiamo concentrarci sul campo e non sul rientro di me e Milik. Il dottore e’ un fenomeno, dira’ lui la data”.

Il terzino algerino ripercorre il 2017 che lo ha consacrato come uno dei top europei nel suo ruolo: “Ci sono stati alti e bassi – spiega – ma l’infortunio non mi ha disturbato. Sono credente, e so che in ogni difficolta’ c’e’ sempre un lato positivo: ho sentito la vicinanza della gente di Napoli e dell’Algeria, non me l’aspettavo. Ho sentito un affetto che mi ha consentito di accorciare i tempi di recupero lavorando duro. Essere riusciti a bruciare le tappe e’ stato merito dei dottori del Napoli, che sono una cosa pazzesca. Non me ne rendo ancora conto, ma ogni volta che scendo in campo sento il mio ginocchio che va benissimo e voglio ringraziarli tanto per questo. Mi manca lottare con la squadra, voglio vincere per questa citta’. A fine stagione scorsa ci siamo detti delle cose, e l’obiettivo che ci siamo dati e’ diventato per me una ragione di vita”.

Un anno che ha portato Ghoulam a essere eletto miglior giocatore algerino: “Non mi aspettavo di vincere – dice – ai premi individuali penso poco, penso alla squadra e sono un difensore. Ho battuto calciatori importanti in Africa ed Europa, e’ stato anche grazie al Napoli che sono riuscito a portare a casa questo riconoscimento, visto che in Nazionale non era andato tutto benissimo”.