E’ stata approvata dalla Giunta del Comune di Napoli la deliberazione relativa alla convenzione per la concessione alla societa’ Calcio Napoli dello stadio San Paolo per le stagioni agonistiche dal 2019-2020 al 2022-2023, prorogabile per ulteriori cinque anni.

Il canone annuo (resta invariato anche in caso di proroga) che la societa’ calcistica dovra’ versare al Comune e’ pari 835mila euro. La deliberazione di proposta al Consiglio dovra’ ora passare all’esame dell’aula. ”Esprimiamo grande soddisfazione per questo risultato – dice l’assessore allo Sport, Ciro Borriellofrutto di un importante lavoro svolto in sinergia con il Calcio Napoli. Adesso inizia l’iter per l’approvazione del testo in Consiglio comunale”.

 

E’ intenzione dell’Amministrazione riuscire ad approvare l’atto di convenzione in aula prima della pausa estiva affinche’, sottolinea Borriello, ”si possa iniziare la prossima stagione calcistica con la convenzione approvata”. Nella nota diffusa dal Comune si evidenzia che con questo atto ”si pone inizio ad un nuovo percorso amministrativo per far si’ che lo stadio San Paolo, l’unico impianto sportivo, per propria natura, idoneo ad accogliere competizioni calcistiche di carattere nazionale ed internazionale, soddisfi, con un opportuno atto concessorio, l’interesse pubblico a che la prima squadra di calcio della citta’ di Napoli giochi all’interno del territorio cittadino”. La delibera prevede ”la concessione di aree” in “esclusiva alla societa’ Calcio Napoli” ed “aree che le vengono concesse in uso temporaneo”.