di Giancarlo Tommasone

Il nove agosto, ei fu. Sogno sfumato. Non c’è stato alcun ritorno del Matador all’ombra del Vesuvio. Doveva arrivare dal cielo, dalla terra, dal mare. Qualcuno, durante la notte di San Lorenzo, avrà addirittura fissato il firmamento nella speranza di vederlo tra le stelle. Ma lui non è venuto.

Il nove agosto, data del destino per i tanti romantici, creduloni, per quelli che si sono fidati di certi titoli acchiappa click e si sono recati all’aeroporto, a Capodichino,
a Fiumicino, per riabbracciare
l’ex numero 7 azzurro

Da circa un mese a Napoli non si parla di altro, del suo ritorno. C’è chi si è giocato la reputazione sulla firma del contratto di Cavani e continua a incaponirsi in una difesa distruttiva della sua tesi (rivelatasi fallimentare). Addirittura chi, come vocedinapoli.it ha sparato: «Esclusiva – Cavani a Napoli: il 9 agosto il Matador arriva in città».

Tutto falso, nonostante i minimi fondamenti di possibilità
ai quali adesso si appiglia chi ha alimentato speranze fasulle

Lo stesso blog citato sopra ha addirittura pubblicato il biglietto aereo di Cavani, il fatidico tagliando che lo avrebbe restituito ai tifosi azzurri. Tutto falso. Solo che qualcuno, anzi più di qualcuno, ci ha creduto. Il 9 agosto molti supporter partenopei hanno atteso il centravanti al gate, ma il miracolo non c’è stato. Per non parlare poi di chi, con una serie di equivoci innescati da un video postato su Fb, dava l’impressione (più di un’impressione) di aver organizzato un pullman per recarsi in «pellegrinaggio» a Roma ed accogliere Cavani. Parliamo del consigliere municipale di Pianura, Agostino Romano, che poi all’esito di un nostro articolo, che nei contenuti si riferiva proprio a quel video, ha tenuto a sottolineare che effettivamente, ci si stava recando nella Capitale, ma soltanto al parco tematico Cinecittà World. Durante quella diretta Fb, il consigliere e gli altri occupanti del bus, non hanno, però, parlato di altro che del ritorno del Matador e della «conquista della Capitale», il tutto condito da hit da stadio e canzoni per Cavani.

Ma siamo pure il popolo dell’ironia e va bene così,
e allora sul web impazza la «bufala» di Cavani a Napoli

Foto di tifosi all’aeroporto; il Matador avvistato presso la stazione della Circumvesuviana; l’attaccante, protagonista del film «Mamma ho perso l’aereo». E’ diventato virale il video con due persone che indossano le maschere del Matador e di De Laurentiis ed escono dall’aeroporto di Caèodichino. Lo stesso patron azzurro, durante un intervento di qualche settimana fa, aveva dichiarato: «Sono io il vostro Cavani». Qualcuno non si è fatto sfuggire l’occasione e ha prodotto il montaggio di una foto col busto e i capelli di Edinson e la faccia di Aurelio. L’immagine è finita su migliaia di bacheche in poche ore.