“C’è da fare i complimenti al Napoli per la sua stagione straordinaria. Ma non si può mettere a confronto una squadra che vince 4 scudetti e 4 Coppe Italia e che gioca due finali di Champions con un’altra che ha fatto grandissime cose ma non ha giocato neppure una finale. Chi non ci fa complimenti manca di rispetto per il lavoro degli straordinari ragazzi della Juve”. Così Massimiliano Allegri, nel fare il bilancio della stagione, entra nei commenti dopo la quarta accoppiata dei bianconeri.

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri

La percentuale che Allegri resti alla Juventus anche la prossima stagione “è altissima. Mai avuto dubbi, la settimana prossima ci incontreremo per pianificare i programmi e capire cosa vuole fare la società per rendere la squadra competitiva anche l’anno prossimo”. Così il tecnico bianconero, alla vigilia dell’ultima di campionato, domani all’Allianz Stadium contro il Verona. “Gigi è stato un uomo importante all’interno dello spogliatoio: un campione, credo il migliore portiere di sempre”. Così il tecnico bianconero sull’addio di Buffon alla Juventus, ufficializzato ieri: “Ho trovato un campione che è un piacere vedere allenarsi e parare ancora di più – ha spiegato –. Rende facile quello che per gli altri è difficile: le parate, il modo di stare in porta, tutto. Incontrarlo da avversario? Domani per Gigi sarà una giornata storica per tutti, dopo 20 anni lascia la Juve, quindi pensiamo a festeggiare. Poi ci penserà lui e saprà cosa fare”.

“Non vedo elementi che mi possano far cambiare idea: alla Juve sto bene, ho un ottimo rapporto con la società. Ma è normale vedersi per capire insieme e con lucidità le cose che bisogna fare. Se avrò intenzione di andare via, sarà la società la prima a saperlo, è sempre stato così. Ma adesso gustiamoci la festa di domani”. Lo ha precisato Allegri a proposito del suo futuro.