No panic. E’ questa la parola d’ordine in casa Napoli dopo il pesante ko di Genova che ha ridimensionato di botto l’entusiasmo dei tifosi dopo la partenza a razzo in campionato. E per spegnere l’incendio sul nascere e’ sceso oggi in campo il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, erigendo un muro a difesa di Ancelotti: “Ho sempre detto – ha spiegato – che le prime partite sarebbero state di assestamento di un allenatore che manca dall’Italia da parecchi anni. Ancelotti ha nel suo palmares tanti successi, ma quando si cambia e’ come ricominciare ogni volta da capo. Mi scuso con i tifosi, che vogliono vincere tutto e subito ma avevano fatto la bocca buona con le prime due vittorie, io mi aspettavo qualche incidente di percorso, servono 7/9 partite per assestarsi”.

Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti a Dimaro

Il nuovo progetto e’ solo all’inizio, dunque, come testimoniano gli aggiustamenti tattici ma anche il lavoro di Ancelotti per coinvolgere tutta la rosa, senza avere titolarissimi. Certo, il 3-0 e’ pesante per un Napoli che ha aggiunto una generale mollezza all’errore delle prime due giornate, il subire il gol in avvio. Domenica Defrel ha colpito dopo 11′, contro il Milan il vantaggio era stato segnato da Bonaventura al 15′ e con la Lazio la rete di Immobile era arrivata al 25′. Nelle prime due gare, pero’, gli azzurri avevano rimontato, a Genova sono affondati. De Laurentiis si dice “tranquillo” e chiede anche ai tifosi di essere piu’ equilibrati, citando un esempio bianconero: “La Juve e’ una grande squadra – ha detto – ma se avessimo preso Ronaldo e nelle prime tre gare non avesse segnato gol sarebbe successa la rivoluzione. La forza dei bianconeri invece e’ saper affrontare tutti i problemi con estrema calma” e spostando l’attenzione con un attacco alla Uefa. “Dovro’ chiedere spiegazioni all’Uefa – ha tuonato – il Liverpool e’ arrivato in finale di Champions, cosa ci faceva in terza fascia?”.

Lista Champions, ci sono Meret e Ghoulam

Il Napoli, intanto, ha consegnato all’Uefa la lista dei calciatori che disputeranno la fase a gironi di Champions League. L’infortunato Amin Younes e’ l’unico calciatore della prima squadra a rimanere fuori, mentre sono stati inclusi gli altri due infortunati, che stanno recuperando, Meret e Ghoulam. Questa la lista completa: – portieri: Karnezis, Meret, Ospina; – difensori: Albiol, Malcuit, Luperto, Chiriches, Mario Rui, Ghoulam, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; – centrocampisti: Allan, Zielinski, Fabian Ruiz, Diawara, Hamsik, Rog; – attaccanti: Callejon, Verdi, Insigne, Mertens, Milik, Ounas. Il Napoli e’ inserito nel girone C con Paris Saint Germain, Liverpool e Stella Rossa Belgrado, ed esordira’ a Belgrado il 18 settembre.