Amanda Tosi insieme a sua madre

La 22enne finì giù dagli scogli nella notte del 10 giugno scorso a Nisida

E’ tornata a casa dopo molti giorni passati in ospedale (solo undici li ha trascorsi in Rianimazione), al Policlinico Federico II di Napoli. E’ la 22enne Amanda Tosi, la ragazza che nella notte del 10 giugno scorso è stata spinta in mare dal fidanzato, Gennaro Maresca (arrestato pochi minuti dopo i fatti registrati a Nisida). Amanda continuerà a casa le cure che la porteranno a tornare alla normalità, quanto prima. Nel corso di una intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino, la 22enne parlando del gesto compiuto da Maresca, ha dichiarato: «Non lo perdono». Ma ha detto pure: «E’ un’azione che non doveva essere compiuta, però, dall’altra parte, sono consapevole che si possono commettere dei gesti senza pensare o per rabbia. Intendo dire, senza che ci sia la volontà di far male».