L’arma è stata introdotta nel carcere di Frosinone per mezzo di un drone, che ha armato il ras di Miano ora a Rebibbia

E’ stato individuato dalla polizia penitenziaria, l’uomo che ha pilotato il drone con il quale è stata recapitata la pistola al ras di Miano Alessio Peluso, attualmente detenuto a Rebibbia. Le indagini condotte dalla squadra mobile, e come detto dalla polizia penitenziaria, hanno individuato di un frusinate indagato per favoreggiamento.

ad

Proseguono, intanto, gli accertamenti della procura per ricostruire lo sconcertante episodio avvenuto domenica scorsa nel braccio di Alta sicurezza del carcere di Frosinone: un video immortala la consegna dell’arma con un drone, la quale arma è stata sequestrata proprio ieri mattina.

Riproduzione Riservata