venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeNotizie di SportCalcioSpalletti: «Complimenti ai ragazzi. Lobotka sembrava Iniesta, bene Kvaratskhelia. Fabiàn Ruiz? Non...»

Spalletti: «Complimenti ai ragazzi. Lobotka sembrava Iniesta, bene Kvaratskhelia. Fabiàn Ruiz? Non…»

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, dopo la vittoria sul campo dell’Hellas Verona è intervenuto ai microfoni di Dazn

di Stefano Esposito

Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore azzurro

“Non è una partita che può dire quale sarà il percorso, bisognerà darci tempo. In alcune situazioni abbiamo fatto vedere di essere giovani. Anche se poi abbiamo vinto la partita in maniera abbastanza netta, in alcune scelte, in alcune prese di campo potevamo fare meglio. In alcuni momenti poi abbiamo concesso troppo. Dopo quel primo tempo bisognava far valere subito la qualità superiore che avevamo”.

Sui complimenti di De Laurentiis

“Bravissimi i calciatori, i meriti vanno sempre ai calciatori che preparano bene le partite durante la settimana. Ero sicuro che il Napoli avrebbe offerto una buona prestazione perché ho visto tutti interessati, vogliosi di far vedere che il Napoli ha fatto bene a puntare su di loro. In alcuni momenti dobbiamo essere più cattivi e alzare il ritmo. I meriti comunque vanno sempre ai calciatori”.

Sulle potenzialità di Zielinski

“Perfetto negli inserimenti, nei ripiegamenti, non ricordo di avergli visto perdere un pallone. E poi ha fatto questo grandissimo gol, arrivato da un inserimento di 60 metri e la lucidità di concludere. E’ lui il primo ad essere rammaricato per il campionato scorso, ma ha già fatto intravedere che quest’anno sarebbe stata una storia diversa e alla prima partita ufficiale l’ha confermato”.

Su Lobotka

“Lobotka oggi sembrava Iniesta, ha fatto una partita eccezionale. Lui porta la squadra ad avere la possibilità di andare ad attaccare negli spazi. Ha dato il la a delle ripartenze incredibili. Il gol è di una qualità e una lucidità straordinarie. Anche l’anno scorso sul finale di campionato ha fatto un gol così, stasera ha fatto queste percussioni diverse volte. Sembra che lo prendi, ma poi lui è cinghialotto nel modo di fare, prende campo e non riesci a recuperarlo”.

Sulla personalità

“Di Lorenzo investito dalla carica di capitano ha preso tante decisioni, ha aperto bocca e ha detto cose da capitano alla squadra. Mi è piaciuto tantissimo. E mi è piaciuto tantissimo a vedere tutti a partecipare. Se riusciremo a coinvolgere anche i nostri tifosi possiamo divertirci un’altra volta”.

Sui tifosi

“Si sono fatti sentire come sempre, sappiamo il bene che ci vogliono. Possono stare tranquilli che quelli che vestono la maglia sull’etichetta hanno scritto la passione dei nostri tifosi. Nessuno di noi prenderà questa responsabilità sottogamba, di questo possono stare certi”.

Su Kvaratskhelia

“Ha fatto vedere in alcuni momenti di andare leggero su alcune situazioni. E’ un calciatore completo, ha questa tecnica importante. Ha fatto giocate importanti e un gol bellissimo, di testa, non la sua principale qualità. Ma poi avrà sentito qualche muscolo tirare, nel senso che era emozionato. Può fare meglio”.

Su Kim

“Kim è stato perfetto, sontuoso in molte situazioni. Direi mostruoso, per forza fisica e personalità. In molte situazioni abbiamo rivisto giocare con noi Koulibaly”.

Su Fabiàn Ruiz

“La squadra ha fatto vedere che sa stare in campo e che sa dove andare anche senza chi non vuole venire a giocare con noi. Si danno i meriti a chi c’era”.

Su campionato e sulle griglie
“Non è un problema per noi. I discorsi che fanno i giornali è giusto che ci siano, ma sappiamo qual è il percorso che dobbiamo fare. Sappiamo qual è la responsabilità di vestire la maglia del Napoli, di non avere mai alibi. Quando si veste questa maglia non ci sono scuse, dobbiamo vincere le partite: comportandoci così, diventa più facile. A noi la scelta”

Articoli Correlati

- Advertisement -