Nel corso del controllo, i poliziotti si sono insospettiti perché hanno notato nel 57enne un comportamento strano e del nervosismo.

Andava in giro con i documenti del fratello mentre era sottoposto ad una misura della Sorveglianza speciale ma gli agenti della Polizia di Stato, in particolare il personale del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno avuto il sospetto che non fosse lui e lo hanno fermato in una saletta di un bar a Villa Literno (Caserta). Nel corso del controllo, infatti, i poliziotti si sono insospettiti perché hanno notato nell’uomo un comportamento strano e del nervosismo.

L’uomo, V.C., 57 anni, di Villa Literno (Caserta) dopo un esame dattiloscopico eseguito nel Commissariato di Polizia di Castel Volturno (Caserta) è stato quindi identificato con le sue vere generalità. Da un ulteriore controllo, è risultato sottoposto a obbligo di soggiorno a Castelvolturno, prescrizione però violata in quanto trovato in un bar del Comune di Villa Literno.

ad

L’arrestato, con precedenti per false attestazioni a pubblico ufficiale e inosservanza della misura della sorveglianza, è stato accompagnato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per gli identici stessi precedenti giudiziari così come disposto dal pm della Procura della Repubblica di Napoli Nord.