Cataldo Aprea

Il 71enne era il maggiore dei fratelli della storica azienda conosciuta in tutto il mondo per la realizzazione delle tipiche imbarcazioni

Una perdita immensa per Sorrento dove il Covid miete un’altra vittima. Il virus si porta via Cataldo Aprea, 71 anni, maestro d’ascia, il maggiore dei sei fratelli della storica azienda conosciuta in tutto il mondo anche, e soprattutto, per la realizzazione di gozzi, imbarcazioni tipiche sorrentine.

A dare notizia della dipartita, i parenti di Cataldo, sul sito internet del cantiere: «Oggi è un giorno triste per noi. Ci lascia uno dei nostri Fratelli, uno dei pilastri della nostra azienda. Cataldo era un uomo buono, silenzioso, un lavoratore instancabile, sempre pronto ad aiutarci nei momenti di difficoltà. Molti di noi hanno appreso da lui, la sua arte senza età. Il suo compito era quello di iniziare la lavorazione di una barca, proprio come ha fatto con la nostra azienda, iniziarla e porre il suo bene davanti a tutto. In cantiere ci mancherà, le sue mani saranno insostituibili, ma lui ci accompagnerà ogni giorno. Il nostro dolore si stringe alla sua famiglia, sua moglie e i suoi figli. La nostra promessa è che non saranno mai lasciati soli».

ad