La Giunta comunale di Napoli ha approvato, su proposta degli assessori al Lavoro, al Diritto all’abitare ed allo Sviluppo della citta’ e ai Beni comuni e all’Urbanistica, Monica Buonanno e Carmine Piscopo, la delibera per la realizzazione del primo intervento di Housing Sociale per la citta’ di Napoli e servizi annessi. Si tratta, spiega una nota di palazzo San Giacomo, di un “progetto organico di ristrutturazione di edilizia residenziale sociale in via Vigliena che va a completare un piu’ ampio piano di riqualificazione urbana”. Il progetto approvato prevede la bonifica dell’area privata, la demolizione di un manufatto dismesso sito in via Vigliena, 35 e la realizzazione a parita’ di volume di un edificio di 5 piani che ospitera’ 71 alloggi di edilizia residenziale sociale.

 

“Il 50% degli alloggi – prosegue la nota – sara’ locato a canone calmierato, mentre il restante 50% sara’ venduto con piano di riscatto ai soggetti rientranti in categorie agevolate o locato con piano di riscatto. Si realizzeranno inoltre parcheggi seminterrati e a raso, spazi pubblici con Internet point, aree verdi e terrazze ricreative. Il progetto sara’ realizzato totalmente a carico del privato e senza contributo regionale”. “Con l’approvazione della delibera – dichiara Piscopo – l’Amministrazione de Magistris intende dare risposta all’esigenza sociale di edilizia residenziale attraverso la creazione di nuovi spazi di condivisione, partecipazione e riqualificazione urbana a risparmio energetico. Un intervento, dunque, di Edilizia Residenziale Sociale, il primo a Napoli, che grazie alla collaborazione tra pubblico e privato, ha il merito anche di riqualificare un importante parte del territorio di Vigliena restituendolo alla fruizione pubblica e collettiva”.