La voragine apertasi al Rione Sanità

Indagata la titolare di un’autorimessa, la società che gestisce il garage si difende: non c’è stato alcun abuso

Inchiesta per la voragine in Vico San Matteo a Miradois (al Rione Sanità), indagata la titolare di una autorimessa. Accelera la Procura di Napoli con le indagini relative allo smottamento che nei giorni scorsi ha aperto un vero e proprio cratere in una delle zone più antiche di Napoli. La pista battuta dagli inquirenti è quella del disastro colposo. Sotto la lente è finita una società che gestisce un garage; ieri mattina, soci e responsabili sono stati convocati davanti all’autorità giudiziaria.

Gli inquirenti provano a ricostruire nel dettaglio quanto si è verificato, per attribuire eventuali responsabilità rispetto al crollo. Le prime mosse investigative sono orientate a fare luce su eventuali speculazioni, magari lavori non autorizzati, per conquistare spazio, in una zona tra l’altro molto sensibile dal punto di vista della conformazione. Verifiche anche su degli scavi che sarebbero partiti un paio di mesi fa. Ma i responsabili della società che gestisce l’autorimessa, su questo punto ribattono: non c’è stato alcun abuso.

ad
Riproduzione Riservata