“Mercato aperto tutto il tempo sarebbe necessario, ma andrebbe contro l’etica del campionato, i giocatori non avrebbero la testa sulle partite, come avviene spesso a gennaio con situazioni spiacevoli negli spogliatoi. Tutto aperto non credo sia giusto”

di Stefano Esposito

Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, ha rilasciato molte dichiarazioni nella lunga intervista via Skype a Sky Sport 24

ad

Questa emergenza è un brutto colpo per tutta l’economia mondiale, quindi anche per il calcio, ci sarà un contraccolpo difficile però da quantificare. Nonostante tutto, i numeri che abbiamo sono merito del presidente, gestisce l’azienda in modo esemplare, è un vanto per l’Italia, ma dobbiamo stare sempre attenti alle negoziazione, a costo di tenere il punto in qualche situazione. Anche da parte nostra, come tutti, ci sarà un ridimensionamento, ma i grandi campioni non verranno scontati e verranno contesi tra i grandi club, non credo ci siano problemi per i campioni.

La rifondazione l’abbiamo anche già fatta, vediamo il centrocampo che è cambiata, la difesa era già diversa, il cambiamento è già in atto, poi proseguirà. L’ipotesi del mercato aperto tutto il tempo sarebbe necessario, ma andrebbe contro l’etica del campionato, i giocatori non avrebbero la testa sulle partite, come avviene spesso a gennaio con situazioni spiacevoli negli spogliatoi. Tutto aperto non credo sia giusto.

Stiamo provando ad aiutare Gattuso,, lui ama un calcio palleggiato, tra le linee, con un centrocampo a tre ed abbiamo preso giocatori congeniali come Demme, Lobotka, poi Politano. Abbiamo preso anche giocatori per il futuro, Petagna è ancora giovane, ha fatto 17 gol l’anno scorso e quest’anno era già in doppia cifra, speriamo possa fare bene nel Napoli, è un ragazzo importante, poi Rrahmani è molto bravo nella marcatura ma anche per impostare da dietro, per Rino è importante l’uscita da dietro. Con un allenatore come Gattuso, che vuole sempre giocare da dietro, vogliamo dargli giocatori funzionali. Siamo contenti del suo lavoro ed il mister è molto felice qui.

Questa situazione corrente non ci aiuta perchè gli incontri sono fondamentali, stiamo lavorando da casa. Ci stiamo adoperando con gli agenti per trovare delle soluzioni con chi deve rinnovare. Vogliamo trattenere anche Milik che ha moltissimi estimatori. Questo è un mese in cui arrivano segnalazioni, ci confrontiamo con lo scout e tutti i ruoli.Boga e Ricci sono due profili interessanti, il primo è un calciatore importante e bravo nell’uno contro uno. L’altro è un 2001 che sta giocando in pianta stabile, ma in questo momento non abbiamo fatto telefonate così incisive sul mercato. Questo momento è un brutto colpo per tutta l’economia mondiale, quindi anche per il calcio, ci sarà un contraccolpo difficile però da quantificare

Su Icardi:

E’ un grande calciatore, chi non lo vorrebbe? Al momento non rientra però nei nostri parametri

Sull’emergenza virus e l’appello ai tifosi:

“Invito i tifosi a stare a casa, per uscirne velocemente. Ci impegneremo anche da remoto, lavoriamo ogni giorno per tenere il Napoli in alto con passione e dedizione”