E’ stato assolto nel processo che riguardava gli appalti per la metanizzazione di Ischia da parte della Cpl Concordia l’ex sindaco dell’isola, Giosi Ferrandino. A emettere la sentenza la prima sezione penale del tribunale di Napoli. All’ex primo cittadino erano contestate le accuse di corruzione e induzione a promettere indebite utilità. Con Ferrandino è stato assolto perché il fatto non sussiste anche l’ex capo dell’ufficio tecnico comunale Silvano Arcamone.

Il pm John Henry Woodcock durante una perquisizione
Il pm John Henry Woodcock durante una perquisizione

“E’ la fine di un incubo” commenta l’ex sindaco per il quale i pm Woodcock e Carrano avevano chiesto sei anni di carcere: “Sono stati tre anni duri, nel corso dei quali non ho mai perso la fiducia nella giustizia, aspettando che facesse il suo corso. E la sentenza di oggi dimostra che ho fatto bene a crederci. Ora ho di nuovo riacquistato la mia dignita’ e soprattutto torno ad essere una persona serena. Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini ed hanno sempre creduto in me, a partire dalla mia famiglia”.
La sentenza, ha aggiunto l’ex sindaco, “rappresenta una vittoria anche per la mia Ischia che si trovo’ al centro di un tritacarne mediatico all’epoca dei fatti, quando rivestivo la carica di sindaco”.

ad