In calo gli omicidi, ma anche le rapine e i furti. Tutti con il segno meno i dati relativi alla delittuosità in Italia nel periodo tra il 1 agosto 2018 e il 31 luglio 2019, secondo quanto riportato dal Dossier del Viminale dal titolo “Un anno di attività del ministero dell’Interno”. Sono 307 gli omicidi avvenuti nel periodo di riferimento, con un calo del 14% rispetto ai 357 registrati tra il 1 agosto 2017 e il 31 luglio 2018.

ad

Dei 307 omicidi, 25 sono attribuibili alla criminalità organizzata (-19,4%) e 145 in ambito familiare o affettivo (-4%): di questi ultimi, nel 63,4% dei casi la vittima è una donna. Anche le rapine sono in calo, con 24.773 casi rispetto ai 29.570 del periodo precedente (-16,2%); in calo anche i furti (-11,2%) e le truffe (-2,1%).

 

Meno denunce per stalking

Sono in diminuzione i casi di violenza di genere, secondo quanto riportato nel dossier del Viminale “Un anno di attività del Ministero dell’Interno” relativo al periodo tra il 1 agosto 2018 e il 31 luglio 2019. Scendono infatti a 12.733 le denunce per stalking rispetto alle 14.633 del periodo tra il 1 agosto 2017 e il 31 luglio 2018, con un calo del -13%. Il 76% delle denunce riguarda donne. In aumento gli ammonimenti del questore, 2.411 (+32,5%) di cui 1.172 per violenza domestica (+76%), in lieve calo gli allontanamenti: 334 rispetto ai 338 del periodo precedente.