Mariarosaria Rossi e Cosimo Sibilia

Contatti tra il vice coordinatore regionale e la senatrice (espulsa da FI) con il sindaco di Venezia Brugnaro, che lancia un nuovo soggetto politico

Un soggetto politico,  che al momento punta prima a strutturarsi, poi a creare gruppi parlamentari, ma l’obiettivo è quello di affermarsi a livello nazionale, per dialogare con centrodestra, e centrosinistra. Questo, almeno sulla carta, è il progetto di discesa in campo di Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, alle prese con il primo step del piano: la creazione di un partito. Che ha bisogno di componenti, che il sindaco imprenditore con il pallino dello sport (proprietario di una squadra di basket) avrebbe inquadrato nella senatrice, ex FI, Mariarosaria Rossi  (originaria della provincia casertana), per anni praticamente ombra di Silvio Berlusconi, tanto da guadagnarsi il soprannome di «badante».

Ed espulsa dal partito azzurro, da Antonio Tajani, dopo che la 49enne, a gennaio scorso, ha votato la fiducia all’allora, premier Conte. Sempre restando in ambito forzista, si registrerebbero fitti contatti tra lo staff di Brugnaro e Cosimo Sibilia, avellinese, presidente della Lega nazionale dilettanti, e già vicepresidente Figc. Sibilia, deputato della Repubblica, riveste attualmente il ruolo di vice coordinatore regionale di Forza Italia in Campania. Nel caso in cui si concretizzasse il progetto di arruolare Rossi e Sibilia, il sindaco di Venezia si ritroverebbe nel suo partito soggetti, che dal punto di vista del consenso politico (appeal in termini di preferenze) non sono proprio il massimo. Ma come si dice: de gusti bus non dispuntandum est.  

ad
Riproduzione Riservata