luigi cesaro
Luigi Cesaro

L’autorizzazione del Senato, l’inchiesta è quella relativa a presunte infiltrazioni della camorra nel Comune di Sant’Antimo

Via libera da parte del Senato, c’è l’autorizzazione all’utilizzo di 6 intercettazioni (su oltre 20) del senatore Luigi Cesaro (Forza Italia), richieste dal Tribunale di Napoli. I sì sono stati 156 e i no 47. La richiesta riguardava l’autorizzazione di telefonate effettuate tra il 2016 e il 2017, ma prima la Giunta e poi l’Aula hanno autorizzato l’utilizzo di sole 6 comunicazioni.

Queste infatti sarebbero state effettivamente conversazioni di un parlamentare captate casualmente, mentre per le restanti, il Tribunale, secondo il Senato, avrebbe capito che si trattava di telefonate di un parlamentare. La richiesta del Tribunale di Napoli, presentata nel 2020 al Senato, riguarda una inchiesta su presunte infiltrazioni del clan Puca nel Comune di Sant’Antimo e su un presunto patto elettorale; inchiesta in cui è indagato lo stesso Cesaro. Palazzo Madama ha inviato gli incartamenti al gip, che adesso dovrà valutare la richiesta di arresti in cella per Cesaro, richiesta firmata più di un anno fa dalla Dda di Napoli.

ad
Riproduzione Riservata