Le pessime condizioni meteo hanno riportato il problema al centro dell’attenzione.

É stato attivato l’elisoccorso notturno per l’isola di Capri. L’Asl Napoli 1 Centro, con una nota del direttore generale Ciro Verdoliva indirizzata agli enti interessati fra cui la presidenza della Regione, il prefetto e i sindaci, ha ufficializzato l’affidamento alla società Alidaunia che ha la base a Pontecagnano (Salerno), del servizio di trasporto in elicottero anche durante la notte dall’isola azzurra alla terraferma. Il velivolo della società elicotteristica collegherà Capri con l’Ospedale del Mare di Napoli; la società dispone di velivoli attrezzati anche per il volo notturno attualmente sospeso.

Nei giorni scorsi il problema è venuto nuovamente alla ribalta perchè le pessime condizioni meteo (che avevano impedito il funzionamento dell’idroambulanza) e il cattivo sistema di illuminazione dell’elisuperficie avevano impedito l’atterraggio dell’elicottero per soccorrere una donna in pericolo di vita e che dall’isola doveva essere trasferita d’urgenza a Napoli. La donna è poi deceduta.

Giunge, quindi, a buon fine la battaglia intrapresa con forza dai capresi, dalle istituzioni, dalle associazioni e dagli imprenditori per porre fine ad una situazione di pericolo a causa del cattivo sistema di illuminazione dell’elisuperficie che non consente l’atterraggio dell’elicottero del 118 durante le ore notturne.

Il primo volo notturno è stato effettuato alle ore 21 della sera della Vigilia di Natale per consentire il ricovero a Napoli di una donna anziana colpita da malore per la quale, dopo essere stata assistita dai sanitari del Capilupi, è stato deciso il trasferimento in un reparto specializzato di Neurochirurgia.