La commissione medica della Figc sta riscrivendo il protocollo ma, come anticipato da Gravina, asseconderà ogni appunto mosso dal comitato tecnico scientifico della Protezione Civile

di Stefano Esposito

Secondo quanto riferisce Il Mattino: “Ottenendo, così, l’ok per la ripartenza degli allenamenti di squadra lunedì prossimo. Ma il punto sulla responsabilità penale dei medici sportivi (se viene nascosto un positivo si rischiano sino a 11 anni di carcere) fa scattare il campanello d’allarme. Per i malpensanti, è la polpetta avvelenata che il governo ha gettato nel piatto del calcio per costringerlo a fermarsi in autonomia.

ad

Ma non andrà così: Lega e Figc vanno perfettamente d’accordo, dovrà essere il premier Conte ad assumersi l’onere di bloccare definitivamente i campionati. Non è ancora certo che tutti i club siano in grado di riprendere lunedì prossimo, soprattutto tra i cadetti. D’altronde, si discute ancora di ipotesi e di scritto non c’è ancora nulla. I medici, che ieri sono stati tra di loro a lungo in contatto, non hanno mandato giù la scelta del Cts di gettare la croce di loro.

Ma avevano da settimane fiutato il pericolo. I medici preparano un documento congiunto: in molti spingono perché la Figc e la Lega ipotizzino l’introduzione di uno scudo civile e penale”.

Riproduzione Riservata