Gli imputati sono tutti a piede libero e potrebbero ricorrere in Appello contro la sentenza

Più di venti anni, ventitré per la precisione, per attendere la sentenza di primo grado, contro il gruppo malavitoso dei cosiddetti capelloni di Miano, quello degli Stabile (accuse a vario titolo, anche per racket e spaccio di droga). Nelle scorse ore sono state inflitte 11 condanne. Gli imputati sono tutti a piede libero e potrebbero presentare ricorso in Appello. Come riporta il quotidiano Il Mattino, nell’articolo a firma di Leandro Del Gaudio, sono stati condannati: Gaetano Stabile (24 anni); Ciro Stabile (24 anni); Giuseppe Stabile (26 anni); Vincenzo Stabile (26 anni); Salvatore Stabile (24 anni); Roberto Tarantino (12 anni e sei mesi); Domenico Tarantino (13 anni); Luigi Romaniello (12 anni); Francesco Russo (12 e sei mesi); Carmine Caputo (12 anni); Antonio Iannone (12 anni). Assolti, tra gli imputati, Maurizio Pirozzi, Marco Cascella, Pasquale e Antonio Tarantino.