Saranno coinvolti anche quegli scrittori, che, pur non essendo Europei, sono stati influenzati nella loro formazione dal confronto con la cultura europea.

di Francesca Iervolino.

Il 18 ottobre alle ore 17:30 presso la sede della Fondazione Premio Napoli, nell’ambito della rassegna “Scrittori per l’Europa”, progetto ideato dalla Fondazione Premio Napoli in sinergia con l’associazione “Astrea sentimenti di giustizia”, si terrà l’incontro “Inchiostro noir, il lato oscuro dell’Europa”; protagonisti dell’evento saranno Maurizio De Giovanni (scrittore, sceneggiatore e drammaturgo italiano) e Giancarlo De Cataldo (Magistrato, scrittore e sceneggiatore e drammaturgo italiano). Ad introdurre l’incontro sarà l’Avvocato Domenico Ciruzzi, Presidente della Fondazione Premio Napoli. Coordinerà gli interventi Sergio Brancato, sociologo e scrittore.

L’incontro si inserisce nella cornice della rassegna “Scrittori per l’Europa”: si tratta di chiedersi che cosa significhi essere Europei; se le difficoltà sempre maggiori che, sul piano politico, incontra da tempo il processo di integrazione europea, messo a durissima prova dal riemergere di ideologie e prassi politiche che sembravano confinate nei libri di Storia, populismo e nazionalismo, sintetizzate in tutta la loro potenza distruttrice dalla Brexit, non siano la prova evidente della mancanza di adeguate fondamenta culturali che lo sostengano ovvero se la costruzione, sia pure faticosa, di una identità culturale europea non sia lo strumento migliore per rilanciare quella che lo scrittore Javier Cercas ha definito l’unica utopia ragionevole creata dagli Europei, auspicando proprio la creazione di un sistema letterario europeo.

In questa iniziativa saranno coinvolti anche quegli scrittori, che, pur non essendo Europei, sono stati influenzati nella loro formazione dal confronto con la cultura europea.