Nel riquadro Gaetano Forestieri

Gaetano Forestieri abitava a Giugliano, l’impatto fatale intorno alle 13 di ieri in Via Staffetta

E’ stata una giornata nera quella del 14 maggio scorso, sulle strade di Giugliano. Il bilancio è pesantissimo: due morti e due feriti. Dopo l’incidente che ha causato il decesso di Federica Diana, c’è da registrare quello che ha provocato la morte di Gaetano Forestieri, poliziotto che viveva a Lago Patria. Poco prima delle 13 di ieri, l’agente ha salutato moglie e figli (19 e 23 anni), per andare a prendere servizio a Napoli (presso il Reparto Mobile della polizia in Via Monte di Dio), ed effettuare il turno pomeridiano. Purtroppo, il 46enne era atteso da un altro appuntamento, quello con la fatalità. Era in scooter e stava percorrendo Via Staffetta a Giugliano, quando si è registrato l’impatto tra il suo mezzo e un suv (condotto da un cittadino americano in servizio alla Nato). Il 46enne è finito contro la fiancata sinistra dell’auto. Immediato l’sos lanciato al 118; in pochissimo tempo sono giunti sul luogo dell’incidente i sanitari, che hanno provato a rianimare, invano, il poliziotto. Scooter e suv sono stati sequestrati, le indagini per chiarire dinamica dell’incidente e per far emergere eventuali responsabilità rispetto all’accaduto, sono state affidate agli agenti della Municipale di Giugliano.