Enrico Panini, assessore al Bilancio e vicesindaco del Comune di Napoli

Questa mattina la riunione.

Breve incontro “conoscitivo” in Procura, stamattina a Napoli, tra il vicesindaco di Napoli Enrico Panini e i magistrati della VI sezione “Lavoro e colpe Professionali” (coordinata dal procuratore aggiunto Simona Di Monte) che indagano sullo scontro tra tre treni della linea 1 della Metropolitana, avvenuto la scorsa settimana nei pressi della stazione Piscinola.

Una riunione chiesta e ottenuta dal vicesindaco per avere delucidazioni riguardo gli sviluppi giudiziari della vicenda sulla quale è in corso un’intensa attività investigativa che riguarda in particolare il materiale posto sotto sequestro e cioè le motrici e il tratto di rotaie dov’è avvenuto l’impatto. “Entro la fine della settimana e gli inizi della prossima – ha detto il vice sindaco Panini – gli inquirenti saranno in grado di fare un primo punto della situazione. Un primo bilancio che si baserà sui risultati di una serie di accertamenti ancora in corso”.

Attualmente l’impossibilità di istituire una navetta sostitutiva e l’impossibilità di far riprendere le corse della metro, anche su un solo binario, su quel tratto di rotaie, sta provocando notevoli disagi ai cittadini.

De Magistris: spero nel dissequestro della tratta

“Ci auguriamo che la magistratura al più presto, speriamo in settimana, ci riconsegni l’area sequestrata così da poter riprendere la circolazione della linea 1 della metropolitana sull’intera tratta”. Lo dice in un video su Facebook il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando i disagi che l’utenza sta subendo a seguito dell’incidente della scorsa settimana che ha visto coinvolti tre convogli della metro nei pressi della stazione di Piscinola.

”Riceviamo dai napoletani tante segnalazioni e critiche rispetto alla situazione di estremo disagio sul trasporto e in particolare dopo l’incidente ferroviario sulla linea 1 della metropolitana – dice de Magistris – Abbiamo messo servizi sostitutivi su gomma che non sono la stessa cosa tanto è vero che l’area ospedaliera è completamente congestionata, ma voglio ringraziare i lavoratori di Anm che stanno facendo un lavoro enorme che ha consentito di riaprire dopo poche ore la tratta da Colli Ameni a Garibaldi, risultato non scontato visto che abbiamo pochi treni, e che stanno effettuando manutenzione notturna”.

De Magistris infine annuncia che in un prossimo video illustrerà che cosa dovrà accadere sul fronte dei trasporti nel 2020 ”visto che abbiamo messo Anm nelle condizioni per operare senza dimenticare che a febbraio arriverà il primo dei 20 treni nuovi che sarà immesso sulla linea a settembre”.