centri sociali scontri
La polizia aggredita in piazza Garibaldi in occasione dell'incontro elettorale di Casapound

Scontri ieri pomeriggio a Napoli tra attivisti dei centri sociali e le forze dell’ordine. Scene di guerriglia a poca distanza dalla stazione ferroviaria tra automobilisti e passanti spaventati. Il corteo che e’ iniziato per protestare contro un appuntamento elettorale di Casapound ad un certo punto e’ riuscito ad avvicinarsi all’hotel dove c’era il leader del movimento di destra.

Il questore De Iesu: “Strategia mirata per colpire forze dell’ordine”

Sono scoppiate bombe carta e sono stati lanciati fumogeni. Pronto l’intervento della polizia che ha fermato e identificato 20 attivisti. «L’arroganza, la protervia di un gruppo di manigoldi che hanno bloccato un punto centrale di Napoli lascia un livello di inquietudine – ha detto il questore di Napoli Antonio De Iesu –. Hanno attaccato ben sapendo che non avrebbero mai potuto superare il cordone delle forze dell’ordine – ha aggiunto – c’e’ un innalzamento del livello di aggressivita’, una strategia mirata per colpire le forze dell’ordine».