Un “bollettino della felicita'” a poche ore dall’abbattimento della Vela Verde di Scampia che iniziera’ lunedi’ 13 maggio e che si prevede sara’ compiuto in 180 giorni. A siglarlo il Comitato Vele di Scampia che, sull’edificio ormai vuoto, ha srotolato un emblematico striscione con la scritta “Ha vinto la lotta, adios”. “Questo momento – sostengono gli attivisti – rappresenta il raggiungimento di un obiettivo storico e propedeutico al successo finale che auspichiamo di raggiungere nel piu’ breve tempo possibile: la totale trasformazione e rigenerazione urbana del lotto M e di Scampia”.

Ripercorrendo un percorso durante il quale il Comitato e’ stato in bilico piu’ volte, “appeso a quel filo sottile che mantiene a stento un attimo prima dello schianto fatale”, le donne e gli uomini che lo compongono ringraziano i consiglieri comunali Rosario Andreozzi ed Eleonora de Majo, “eletti per desiderio del comitato Vele”, sempre al loro fianco “senza avere mai alcun ripensamento”. Poi il riconoscimento “al giusto merito” a coloro che, “nei vari ruoli istituzionali”, in questi anni hanno contribuito fattivamente “alla realizzazione di questo straordinario traguardo”. Il rimando e’ agli assessori Carmine Piscopo (Urbanistica) e Monica Buonanno (Diritto all’abitare), al vicesindaco Enrico Panini ed al sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

 

E proprio il primo cittadino, commentando lo striscione, dedica questo giorno a Vittorio Passeggio (fondatore del Comitato Vele, ndr) “con il quale per primo nell’inverno del 2011 iniziammo insieme la lotta durissima che ci ha portato a questa giornata storica. La Napoli della resistenza e della lotta – scrive in un post su Facebook – io la amo profondamente, senza fine”. Ricordando che il primo maggio “ero in piazza Dante con il Comitato Vele, abbracciato ad Omero (Benfenati, ndr) de Magistris aggiunge: “E’ una giornata di sole per la storia del quartiere. Il mio pensiero va alle persone delle Vele che non hanno mai perso la dignita’ e la forza di lottare. A loro va la mia gratitudine. Al Comitato il mio abbraccio forte”.