L'attaccante del Napoli, Fernando Llorente

Il piccolo vittima di un incidente domestico

Si è presentato all’accettazione del pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono di Via Mario Fiore, con suo figlio in braccio (un bimbo di 4 anni), l’attaccante del Napoli, Fernando Llorente. E’ avvenuto la scorsa domenica, intorno alla mezzanotte. Llorente, secondo quanto viene ricostruito da Il Mattino, nell’articolo a firma di Ettore Mautone, avrebbe informato il personale del triage del problema occorso al piccolo e dopo breve tempo, è stato chiamato per la visita. La cosa non ha lasciato tranquilli gli altri genitori in fila, che attendevano il proprio turno, alcuni hanno parlato di favoritismi. Il campo dei dubbi è stato però sgomberato dagli stessi sanitari del pronto soccorso dell’ospedale pediatrico: «Nessun favoritismo, solo un codice a maggiore urgenza, un codice giallo», hanno dichiarato. Il figlio di Llorente è stato vittima di un piccolo incidente domestico, una caduta, e c’era il sospetto che potessero esserci conseguenze più gravi. Un codice giallo (superiore vi è solo il rosso), che in quel momento doveva avere priorità rispetto «ai codici a bassa gravità, che non dovrebbero nemmeno accedere a un pronto soccorso», e che attendevano in quel momento, hanno spiegato dal Santobono.