lunedì, Ottobre 3, 2022
HomeIntrattenimentoSanremo 2020, il trionfo di Diodato tra le solite polemiche e uno...

Sanremo 2020, il trionfo di Diodato tra le solite polemiche e uno spoiler di troppo

E’ stato boom di ascolti per la kermesse.

di Angela Ariano.

Chiuso il sipario. Una nuova settimana ma senza più il fremito e l’attesa per la kermesse canterina. Terza volta all’Ariston, seconda tra i Big, Diodato ha trionfato con un intenso brano Fai rumore, un atto di ribellione che fotografa l’amore nel senso più ampio possibile e allo stesso tempo un invito ad abbattere i muri dell’incomunicabilità. Alle sue spalle Francesco Gabbani con Viceversa, al terzo la sorpresa Pinguini Tattici Nucleari con Ringo Starr.

Il premio della critica Mia Martini della sala stampa Roof e il premio Lucio Dalla (radio, tv e web) vanno entrambi a Fai rumore di Diodato. Il premio Sergio Bardotti per il miglior testo va a Eden di Rancore. Premio Bigazzi per la migliore composizione musicale a Ho amato tutto di Tosca. Il Premio TIMMUSIC per il brano più ascoltato in streaming sulla App di TIM va a Viceversa di Francesco Gabbani.

Ma come ogni anno, è polemica per la classifica finale. Voto decisivo quello della giuria della sala stampa in contrapposizione con quello del televoto e della giuria demoscopica che avevano dato il primo posto a Gabbani, indicando invece Diodato rispettivamente al terzo e al secondo posto. La sala stampa ha votato per Diodato, quindi Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. Il televoto ha dato il 38% a Gabbani, il 37% ai Pinguini Tattici Nucleari e poco meno del 24% a Diodato. Ma alla fine è stato quest’ultimo a spuntarla.

Sul web e sui social monta la polemica: “il televoto non conta nulla”.

Ma d’altronde che Sanremo sarebbe senza controversie. E non è tutto.

Brutta storia lo spoiler: il nome del vincitore del Festival, Diodato, è stato annunciato in anticipo da Sky Tg24, che ha pubblicato la notizia sulla stringa in onda in sovrimpressione durante il tg ben prima che Amadeus desse l’annuncio ufficiale in diretta.

Poco dopo il flash è sparito, ma il tempo in cui è stato in onda è bastato perché sui social scoppiasse il caso.

A oltre un’ora dalla proclamazione del vincitore, l’accaduto è stato commentato da Fiorello, ai microfoni di Rtl 102.5, così: “nell’ultima conferenza stampa i giornalisti hanno giustamente fatto notare che avevano bisogno di un vincitore per poter uscire perché c’è gente che lavora, ci sono straordinari da pagare, perché sarebbe stato un problema. Amadeus è stato un signore e ha detto ‘avete ragione’, hanno fatto un embargo e gli ha detto ‘vi garantisco il nome entro un certo orario ma voi garantitemi che non farete uscire il nome’. Invece, purtroppo, è stato spoilerato il vincitore. Deontologicamente è una cosa che trovo riprovevole per uno zero virgola in più di share, perché di questo si tratta”.

E la replica: “non è nella cultura e nello stile di Sky Tg24 tenere comportamenti non corretti: il rispetto, lo scrupolo e la precisione sono da sempre tra i valori della testata.

Al momento dell’annuncio dei primi tre finalisti, il ticker è stato programmato con i nomi di tutti e tre i concorrenti ancora in gara. Nessuna notizia era arrivata in anticipo ai giornalisti di Sky Tg24; per sbaglio però è stata pubblicata la stringa con il nome di Diodato. Una volta segnalato l’accaduto, l’ultima ora è stata cancellata”.

E la verità resta sempre nel mezzo: una fatalità, “un errore umano”, una corsa per avere “uno zero virgola in più di share”, una innocente negligenza, il risultato non cambia.

L’effetto sorpresa è svanito e costato al popolo del web.

Tra polemiche ed eccessiva lunghezza, la serata è boom di ascolti: 11 milioni 476mila spettatori con il 60,6% di share.

Per la finale si tratta della media più alta dal 2002.

«È uno strabilancio, potremmo parlare di record del millennio. Dobbiamo tornare al ’99 per avere una media complessiva di share delle cinque serate del 54,94%», dichiara il direttore di Rai1 Stefano Coletta, «non bastano le parole per Amadeus, grande padrone di casa, e il ringraziamento a Fiorello per essersi messo in gioco per la sua amicizia con Amadeus e lo spirito di collaborazione con la Rai. La vittoria spetta ad Amadeus, a Tiziano Ferro, a tutta la squadra di lavoro, gli autori, il vicedirettore Fasulo, la produzione, tutti i settori coinvolti», ha concluso.

Un record assoluto per RaiPlay e social. La diretta streaming su RaiPlay della serata finale ha generato quasi 1 milione100 mila visualizzazioni, record assoluto per una diretta di un programma/evento.

Notevole successo anche per L’altro Festival, il programma con Nicola Savino in onda in esclusiva sulla piattaforma digitale, grazie al quale RaiPlay si posiziona nella top ten digitale dei canali tv. 

Complessivamente, nei cinque giorni, i contenuti on demand dedicati a Sanremo 2020 disponibili su RaiPlay e di RaiPlay su YouTube hanno generato 82,6 milioni di visualizzazioni.

Insomma un Festival che si conferma l’edizione più coinvolgente anche sui social.

Dobbiamo aspettarci, dunque, un Amadeus bis?

Articoli Correlati

- Advertisement -