TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

 

Situazione dell’ospedale Pascale, il governatore De Luca non le manda certo a dire. «Sono motivazioni pretestuose e truffaldine quelle del ritardo nella presentazione della domanda. La decisione presa dal ministero della Salute è una vergogna per l’Italia. Ho scritto al sedicente ministro della Salute chiedendo che sia recuperata questa vergogna, inserendo il Pascale tra gli istituti che possono usare quei cinque milioni, su questo faremo una battaglia fino in fondo». Lo ha detto il presidente della Regione Campania a margine dell’inaugurazione dei nuovi reparti all’Ospedale Monaldi di Napoli, in riferimento alla situazione dell’ospedale Pascale. De Luca ha attaccato il ministero per non aver inserito il Pascale tra i centri finanziati nell’ambito della ricerca sperimentale sull’immunoterapia Car-T. Dal ministero hanno reso noto che la domanda del Pascale è giunta in ritardo rispetto alla scadenza del 26 febbraio.

«Le domande sono state fatte in tempo utile – ha detto De Luca – la verità è che quel rifiuto è un esempio di quella che può essere la secessione regionale della Lega, hanno finanziato tutti istituti del Veneto della Lombardia e dell’Emilia. Il Pascale sarà coinvolto in una seconda fase? E’ un’altra truffa politica non dobbiamo recuperare in una seconda fase, dobbiamo recuperare subito, perché il Pacale è un’eccellenza mondiale. Tutto è in regola, stanno cercando di arrampicarsi sugli specchi per giustificare una decisione vergognosa».

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT