Due elicotteri in servizio anche notturno per le emergenze. E’ la sperimentazione annunciata dal direttore generale della Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, e sancita con una nota della Direzione generale Tutela della salute della Regione Campania. La sperimentazione “attivata per preciso indirizzo del presidente De Luca e che sarà importante per tutta la regione”, spiega Verdoliva, prevede per due mesi lo stazionamento notturno dell’elicottero di soccorso del servizio 118 “Pontecagnano” presso l’Eliporto dell’Ospedale del Mare, a Napoli, e che di fatto permette di avere la disponibilità operativa di due elicotteri anche di notte.

In questo modo – sottolinea Verdolivail servizio sanitario di emergenza con elicottero potrà abbattere ancor di più i tempi di trasporto dei pazienti e migliorare la qualità dell’assistenza, soprattutto per le patologie tempo dipendenti come l’infarto, l’ictus e il trauma maggiore, per le quali l’efficacia delle cure è legata indissolubilmente alla rapidità dell’intervento. Sia l’eliporto dell’Ospedale del Mare che quello del Cardarelli sono autorizzati all’attività notturna e la contemporaneità dell’esercizio garantirà, in caso di avaria di uno dei veicoli, il servizio di pronto intervento“.

 

Pronto all’avvio del progetto Giuseppe Galano, responsabile della Centrale operativa del 118 di Napoli e attività territoriali: “Questo sistema – dice – garantisce equità di accesso e ottimizzazione dell’assistenza sanitaria in tutta la Regione Campania anche a pazienti critici residenti in aree isolate o comunque caratterizzate da lunghi tempi di percorrenza con altri mezzi di trasporto, è una scelta importante che aumenta la qualità del servizio di emergenza“.