Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Stefano Caldoro

Bagarre nel centrodestra

Ancora tesa la situazione sul versante del candidato del centrodestra da iscrivere alle Regionali in Campania. Non è una novità che Stefano Caldoro, al leader della Lega, Matteo Salvini, non vada bene. Salvini annunciando la tappa del Carroccio a Napoli (il prossimo martedì al teatro Augusteo alle 18.30) ha dichiarato che «non è necessario e sufficiente avere una tessera per essere un buon sindaco e un buon governatore, quindi ci stiamo impegnando per vedere se c’è gente nuova e coraggiosa che si vuole impegnare. Per loro sono aperte le porte della Lega e della coalizione di centrodestra». Chiaro il riferimento alla bocciatura della candidatura di Caldoro per la prossima tornata in Campania. A rincarare la dose ci ha pensato la vicepresidente della Camera, Mara Carfagna. «Caldoro è una bravissima persona, ha anche amministrato bene la Regione Campania. Ma in questo ha ragione Salvini quando dice che c’è bisogno di reinterpretare il bisogno di rinnovamento che arriva dai cittadini. Lui ha fatto tesoro dell’esperienza che ha fatto in Emilia Romagna, Forza Italia no», ha detto la deputata di Fi, nel corso della trasmissione Piazzapulita su La7. «Caldoro è divisivo, forse siamo ancora in tempo per sederci attorno a un tavolo e trovare una proposta condivisa», ha aggiunto Carfagna.