martedì, Dicembre 6, 2022
HomeInchieste e storia della camorraSalvator Mundi: si batte anche la pista che porta al boss Imperiale

Salvator Mundi: si batte anche la pista che porta al boss Imperiale

Le indagini sul prezioso dipinto recuperato dopo il furto dalla basilica di San Domenico Maggiore

E’ andato ai domiciliari, Silvio Vitagliano (residente a Ponticelli), per il reato di ricettazione del dipinto Salvator Mundi, opera attribuita a Girolamo Alibrandi, aderente alla scuola che fa capo a Leonardo da Vinci. Le indagini sulla potenziale destinazione del dipinto (recuperato dalle forze dell’ordine dopo il furto nella basilica di San Domenico Maggiore a Napoli) continuano, e non è escluso che il quadro sarebbe potuto essere proposto al boss latitante Raffaele Imperiale, la cui presenza è segnalata a Dubai.

Ricordiamo che in un casolare della famiglia Imperiale a Castellammare, furono trovati due dipinti di Van Gogh. Naturalmente siamo nel vaglio delle ipotesi, il punto sulle indagini è stato riportato dal quotidiano Il Roma, nell’articolo a firma di Luigi Sannino.

Articoli Correlati

- Advertisement -