La soddisfazione dell’allenatore dei partenopei.

“E’ una serata speciale per Mertens che ha superato Maradona ma anche per noi che siamo tornati a vincere in Champions. Ora rimaniamo con i piedi per terra”. Queste le dichiarazioni di Carlo Ancelotti nel post partita di Salisburgo-Napoli 2-3, terza giornata della fase a gironi della Champions League. “Mi aspettavo proprio una partita del genere perche’ per vincere qui bisognava sacrificarsi molto e giocare con intelligenza – ha sottolineato il tecnico del Napoli ai microfoni di Sky – La partita e’ stata bellissima ed avvincente, abbiamo sofferto tanto ma alla fine abbiamo vinto e questo e’ un ottimo risultato”.

Poi in chiave qualificazione per gli ottavi di finale: “Avevamo due partite da vincere, questa e la prossima al San Paolo. Abbiamo il vantaggio di aver vinto la prima e speriamo nel nostro ambiente di fare meglio”. Infine su Lorenzo Insigne, match-winner da subentrato dalla panchina: “Non sono un mago ma gliel’avevo detto dalla prima partita. Non sapevo se avrebbe giocato 10, 20 o 30 minuti ma sapevo che avrebbe determinato il match. Il Salisburgo e’ una squadra molto temibile ma abbiamo tenuto testa utilizzando tutte le nostre energie”.

Insigne: gli screzi con il mister sono acqua passata

“Ho avuto degli screzi col mister ma si tratta di acqua passata. Lo stimo tanto, e’ un grande allenatore, e oggi con l’abbraccio ci tenevo a dimostrargli tutto questo”. Proprio Insigne spiega cosi’ il caloroso abbraccio a Carlo Ancelotti dopo il gol del 3-2 in Salisburgo-Napoli. Caso chiuso, dunque, con il capitano dei partenopei che si riconcilia pubblicamente con il proprio tecnico: “Gli ho gia’ chiesto scusa, gli screzi ci son stati ma fanno parte del passato – ha spiegato Insigne ai microfoni di Sky – Mi ha sempre dato fiducia, anche tenendomi in panchina, e mi ha sempre fatto sentire importante. Anche oggi ero sereno in panchina, tutti accettiamo le scelte del mister”. E sulla vittoria odierna: “Per vincere queste partite avevamo bisogno di tutta la squadra e tutti hanno dato il contributo, questo e’ lo spirito giusto. Siamo felici per la vittoria ed e’ giusto festeggiare ma stiamo sereni perche’ ci sono tante altre partite. Ora testa al campionato che domenica abbiamo una partita importante in trasferta (Spal, ndr). Infine la dedica speciale: “Mando un forte abbraccio al magazziniere Tommaso che recentemente ha avuto un piccolo incidente”.