Patryk-Dziczek-salernitana

Questa mattina il ‘Il Mattino di Salerno’ ha pubblicato l’intervista rilasciata qualche giorno fa da Patryk Dziczek, regista della Salernitana, al quotidiano polacco ‘Przeglad Sportowy’. Il classe ’98 ha parlato di come ha trascorso la sua quarantena, imposta a causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus.

Stando alle dichiarazioni pare che il centrocampista polacco si ispiri guardando le partite di Daniele De Rossi, ex calciatore della Roma. Durante l’intervista Dziczek ha così affermato:

ad

Lo staff mi ha consigliato di studiarne i movimenti. Voglio prendere esempio dal meglio. Sarò felice di lottare quanto prima per un posto in Serie A, dando uno schiaffo morale alle persone che hanno parlato male di me. In estate avevo anche un’offerta dalla Lokomotiv Mosca. Ho scelto l’Italia perché è tra i cinque migliori campionati europei, anche se in Russia avrei guadagnato di più”.

Il giocatore, in prestito ai granata dalla Lazio, ha come obiettivo quello di imparare il calcio italiano. Il 22 enne di Gliwice sostiene che qualcuno sorride al fatto che voglia imparare giocando in Serie B, ma secondo lui questa categoria è un torneo che impegna molto.

Patryk Dziczek ha poi parlato del mister della Salernitana Gian Piero Ventura e del tempo che ha impiegato nell’apprendere la sua tattica di gioco:

Ho dovuto imparare tutto lentamente, soprattutto la tattica. All’inizio non giocavo, ero frustrato e nervoso, ma il mister mi ha tranquillizzato. Ho atteso la mia occasione ed è stato giusto così. Non mi ha mandato allo sbaraglio, schierandomi solo quando ero davvero pronto. Se dovessimo riprendere, non avrò problemi a giocare ogni 3-4 giorni. Spero che prima o poi si torni in campo, vogliamo lottare per la promozione”.

Riproduzione Riservata