La sentenza del tribunale di Napoli Nord.

Il Tribunale di Napoli Nord ha emesso 7 condanne al processo sul traffico di farmaci rubati – tra i quali costosissimi medicinali oncologici, antireumatici e neurodegenerativi – destinati anche ad uso ospedaliero: 10 anni di reclusione a Vincenzo e Pasquale Alfano, padre e figlio, di 65 e 36 anni, ritenuti i capi dell’organizzazione, 8 a Marco Reina, Salvatore De Simone, Giorgio Lucio Grasselli, mentre Concetta Luongo, ritenuta la cassiera del gruppo, è stata condannata ad un anno con pena sospesa. 4 anni infine all’altro imputato Ernesto Pensilino.

L’indagine ha coinvolto anche il farmacista Eduardo Lambiase, sorpreso nel giugno 2014 dai finanzieri in un capannone di Arzano (Napoli) mentre catalogava farmaci da rivendere. Lambiase ha già patteggiato la pena. Alti i danni arrecati al SSSN ed a molti ospedali campani, in particolare quelli napoletani come il Cardarelli e il Monaldi, dove erano diretti la maggior parte dei prodotti rubati, il cui costo era anche di 3 mila euro a confezione.