Il blitz.

Nel quadro dei servizi mirati finalizzati al contrasto della criminalità ed in particolare della ricettazione e successivo riciclaggio nazionale ed internazionale di veicoli di alta gamma, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale per la Campania e la Basilicata, a Cercola, a seguito di serrata attività di ricerca ed appostamento, rinveniva e sottoponeva a sequestro una autovettura Bmw X7 con targa spagnola 5691lbc del valore di euro 1200000 (centoventimila) risultata compendio furto occorso in Napoli ai danni di cittadino spagnolo, nonché procedeva al sequestro di un vero e proprio laboratorio tecnico dotato di sofisticate apparecchiature elettroniche utili alla contraffazione e creazione di telai di autovetture e targhe identificative di veicoli.

Nella fattispecie, nella stessa giornata in cui si riceveva la denuncia del cittadino spagnolo, personale della squadra di polizia giudiziaria intraprendeva una serrata attività info investigativa unitamente ad una serie di appostamenti nella zona di Cercola, che consentiva di li a poche ore di rinvenire la vettura di lusso occultata in un area recintata di quel comune. L’attività di appostamento e osservazione consentiva di identificare il materiale utilizzatore dell’area, tale M.A.S. classe ’76, residente a Casalnuovo di Napoli, pluripregiudicato per reati specifici e il pregiudicato I.F. classe ’88 residente in Pomigliano D’Arco, successivamente risultato essere complice del primo.

ad

Il personale effettuava irruzione all’interno dell’area dove a seguito di accurata perquisizione si rinveniva, oltre il lussuoso veicolo oggetto di furto, anche un attrezzatissimo laboratorio con all’interno una sofisticata apparecchiatura elettronica (incisori a controllo numerico computerizzato, lamierato di ottone, computer, punzoni e matrici di ogni tipo e forma, ecc…) in grado di riprodurre fedelmente telai e targhe identificative di veicoli rubati al fine della loro reinmissione sul mercato legale.

A seguito della brillante operazione il veicolo trafugato e l’intero laboratorio venivano sottoposti a sequestro mentre i due soggetti venivano denunciati in stato di libertà. Vista l’entità e l’importanza investigativa del materiale sequestrato, sono in corso ulteriori e corpose indagini al fine di far emergere responsabilità e/o appartenenza al gruppo di ulteriori soggetti dell’organizzazione gravitanti nell’ambito delle ricettazioni e riciclaggio di veicoli di ingente valore economico.