Luigi Di Maio

Dicembre amaro per Giggetto da Pomigliano

Le dimissioni dell’ormai ex ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, creano non pochi problemi al leader politico del Movimento 5 Stelle, mettendolo letteralmente alle corde. Sarebbe pronta la scissione alla Camera, che porterebbe ben 15 parlamentari ad abbandonare Luigi Di Maio. Nel gruppo dei «ribelli», riporta Il Mattino, dovrebbero rientrare Massimiliano De Toma, Rachele Silvestri, Roberto Rossini, Roberto Cataldi, Nadia Aprile, Gianluca Rospi, Nunzio Angiola, Andrea Vallascas e altri parlamentari. La cosa, è naturale, non scende per niente giù a Di Maio, che ha parlato di persone che stanno tradendo gli italiani. A questo punto, i «ribelli» potrebbero essere allontanati dal M5S, anche perché molti di essi (tra cui Fioramonti) sarebbero in arretrato con le restituzioni, come si evince dal portale dei pentastellati  tirendiconto.it.