martedì, Gennaio 18, 2022
HomeNotizie di CronacaGiudizio immediato per Rosa Trunfio e per la gang della droga dello...

Giudizio immediato per Rosa Trunfio e per la gang della droga dello stupro: le ricostruzioni degli 007

Rosa Trunfio, ex manager dell’hub vaccinale di Boscotrecase, era una delle figure apicali del sodalizio criminale della droga dello stupro a Roma. Gestiva, insieme ad altre 4 persone, il business dello spaccio della Roma bene. Questo secondo gli inquirenti. La procura capitolina ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato, segno che le prove sono schiaccianti.

Giudizio immediato per Rosa Trunfio

La retata dello scorso ottobre ha coinvolto 39 persone in tutto e tra queste c’è anche Danny Beccaria, un 32enne ritenuto il capo dell’intera organizzazione per lo smercio di droga nei locali vip di Roma. Le sostanze erano destinate a persone che contano, a politici e professionisti. Oltre al Beccaria c’erano anche Clarisa Capone e la poc’anzi citata odontoiatra napoletana Rosa Trunfio.

Prima di finire in manette, la dottoressa ha gestito l’hub vaccinale nella palestra dell’Istituto comunale Cardinal Prisco della cittadina vesuviana. Era una paladina anti-Covid, ma a quanto pare portava avanti una doppia vita. Gli affari non si limitavano a Roma. Tramite il dark-web la droga veniva importata dall’Olanda e venduta in tutta Italia. I capi della banda reinvestivano i proventi del traffico sempre in bitcoin, una valuta non tracciabile. Queste le ricostruzioni degli 007.

Leggi anche...

- Advertisement -