di Giancarlo Tommasone

L’ultimo appello, per riabbracciare sua figlia, Rosa Marino l’aveva lanciato in televisione, dagli studi di ‘Chi l’ha visto?’, era il 10 gennaio scorso. Un appello accorato, ma anche fermo e di accusa, rivolto soprattutto alle istituzioni, alle forze dell’ordine, a chi, secondo la donna, non aveva fatto abbastanza per far tornare Rosa dai suoi cari.

Rosa Di Domenico è scomparsa da casa nove mesi fa

«Basta, adesso voglio mia figlia a casa. Voi che state facendo? Cambiate mestiere se non siete capaci di riportare una ragazza dai suoi genitori. Abbiamo presentato tre denunce, una più grave dell’altra. Quello che sta accadendo è vergognoso», aveva detto la 43enne. Nelle scorse ore insieme al marito Luigi Di Domenico si è piazzata davanti alla telecamera del pc e ha registrato un videomessaggio, un appello, questa volta rivolto interamente alla figlia 15enne che si è allontanata da Sant’Antimo il 24 maggio scorso.

Domani saranno passati nove mesi dal giorno in cui Rosa (porta lo stesso nome della madre) si è inoltrata nel limbo degli scomparsi. «Ciao Rosa, faccio pubblicare questo video con la speranza che ti arrivi – dice il papà della ragazza – Sai che ti voglio bene e te ne vorrò sempre. Sono nove mesi che manchi, la mamma sta male, è triste, come i tuoi fratelli. Facci avere notizie, torna a casa. Ti aspettiamo a braccia aperte, non aver paura di niente. Sei la mia vita». «Ciao Rosa – esordisce la mamma della ragazza, in lacrime – mi manchi tanto, non ce la faccio più; non so più che fare, ti stiamo cercando dappertutto, ti prego dacci notizie. Sei la luce della mia vita, Rosa, ti prego, spero che questo messaggio ti possa arrivare. Sappi che noi siamo qua, ti vogliamo aiutare in tutto, ti sosterremo sempre. Lo so che tu ci stai pensando, lo so bene, come noi pensiamo sempre a te».

Le ultime parole sono bagnate dalla commozione, lasciate con la voce rotta della madre, flebile e impercettibile del padre: «Ti preso Rosa, fa’ di tutto per tornare a casa, ti aspettiamo, anche Vincenzo e Domenico (i fratelli di Rosa, ndr) ti aspettano, ci manchi tanto; piangono sempre, Rosa. Aspettiamo tue notizie, ti prego, Rosa». Il video si chiude con il papà che dice alla ragazza che a casa tutti le vogliono bene e con la mamma che le manda un bacio. Rosa è sparita nove mesi fa, si presume rapita dal pachistano 28enne Alì Qasib. Che prima la avrebbe portata a Brescia (dove quest’ultimo risiedeva) e poi all’estero.

La mamma di Rosa Di Domenico
La mamma di Rosa Di Domenico

Nel corso dei mesi, come Stylo24 ha riportato in una serie di articoli, la presenza della coppia è stata segnalata in Germania, a Bielefeld. Dopodiché i due si sarebbero spostati a causa di una ‘manovra’ azzardata di Qasib, in altra località. Si ipotizza si possa trattare di un luogo della stessa Germania oppure dei Paesi Bassi.

Ali Qasib, 28enne pakistano

Sul caso indagano tre Procure: l’Antiterrorismo di Napoli, quella di Napoli Nord, per competenza, e quella di Brescia. Nella ricerca della ragazza sono stati chiamati a intervenire anche i servizi segreti pachistani. Oltre alle forze dell’ordine italiane hanno operato finora pure quelle tedesche e quelle francesi.