Il porto di Napoli

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Giancarlo Tommasone

ad

L’avvocato Roberto Rosiello, studio associato a Fuorigrotta e amministratore di condominio, è stato chiamato a far parte della cabina di regia per la Zona economica speciale della Campania. Lo scorso martedì, il ministro Barbara Lezzi ha formalizzato l’incarico per il civilista napoletano, incarico che arriva su delega della presidenza del Consiglio.

Per entrare nella fase successiva,
quella che ha a che fare con l’operatività, manca soltanto un’altra figura.
Dovrà essere il Ministero dei Trasporti
e delle Infrastrutture a fare il nome
di colui che accederà al Comitato di indirizzo

Stylo24 ha ascoltato, in merito alla nomina ricevuta, l’avvocato Roberto Rosiello. Un po’ di perplessità erano state sollevate in virtù della sua vicinanza alla Casaleggio Associati, tramite la conoscenza, piuttosto l’«amicizia» con il notaio di detta società di consulenza per le strategie digitali. Anche perché la nomina era stata indicata dal M5S. «Voglio chiarire – afferma Rosiello – che il mio è un incarico fiduciario, non è un incarico tecnico. Gli incarichi fiduciari, lo dice la parole stessa si affidano sulla base di un rapporto di fiducia».

Il prossimo step, per definire il Comitato di indirizzo
è la nomina del secondo rappresentante del Governo

Chiediamo a Rosiello: ha un’idea sui tempi, in cui verrà prodotta la seconda nomina? «Come abbiamo detto ieri e come più volte ha ribadito il presidente dell’Adsp del Mar Tirreno centrale, Pietro Spirito, bisogna accelerare su questo versante. Non possiamo più permetterci di perdere tempo. Non si può rischiare di perdere una opportunità importante per il Mezzogiorno. Ieri non era presente per motivi sopravvenuti il sottosegretario Rixi, e quindi il direttore generale per la vigilanza sulle autorità portuali, Mauro Coletta, ha dichiarato che si sarebbe impegnato per accelerare questa nomina».  Finiamo con una curiosità: nel 2005 Roberto Rosiello subentra come amministratore di condominio di una struttura di Via Posillipo, che qualche anno prima aveva avviato una vertenza contro l’Autorità portuale di Napoli. Vertenza risoltasi poi, proprio nel 2005 con la rinuncia al ricorso da parte del condominio.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata