Il ritorno a scuola in Campania avverrà in modo distribuito, intanto Anm, Eav e Ctp pensano ad un piano per il trasporto in sicurezza

A causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, il ritorno a scuola in Campania non avverrà nello stesso giorno per tutte le classi e scuole, ma in maniera frazionata.

Infatti, a partire dal 7 gennaio 2021 potranno far ritorno a scuola in presenza l’infanzia, le materne, la prima e seconda elementare, mentre probabilmente il 25 gennaio torneranno le superiori.  

ad

Il rientro a scuola è legato anche ai trasporti e, stando a quanto conferma Luca Cascone, presidente della Commissione Trasporti della Regione Campania, ogni azienda è a lavoro ad un piano di potenziamento così da evitare assembramenti e affollamenti.

Di seguito il piano scuola di ANM, EAV e CTP.

Il piano ANM: l’azienda napoletana mobilità ha messo a disposizione in aggiunta alle 9 linee scolastiche anche 30 bus in più, ai quali si aggregheranno anche i bus turistici. In tutto si raggiungeranno 60 bus, di cui 30 ANM e 30 privati.

Inoltre ci saranno due linee per i bus turistici, ovvero la 680 che collegherà Secondigliano a Fuorigrotta passando per la Tangenziale e la 606 da Scampia a Garibaldi. Poi ci sarà la linea 665 che porterà da Piscinola a Medaglie D’Oro.

Il piano EAV: l’Ente Autonomo Volturno ha garantito che sia per la Cumana che per la Circumvesuviana offrirà il 100% del servizio.

Il piano CTP: la Compagnia Trasporti Pubblici a Napoli, metterà a disposizione entro metà gennaio 25 bus nuovi.

Riproduzione Riservata