La manifestazione degli imprenditori che non hanno spazi esterni in piazza VII Settembre a Napoli

La manifestazione degli imprenditori che non hanno spazi esterni per mostrare alle autorità la loro situazione: “Siamo allo stremo, non lavoriamo da 14 mesi”.

Hanno voluto far sentire anche la loro voce con una protesta che si è tenuta questa mattina presso piazza VII Settembre. Si tratta dei ristoratori di Napoli che non hanno spazi esterni e, di fatto, “sono 14 mesi che non possono lavorare”, come spiegato da Rosario Ferrara, presidente del Consorzio Toledo Spaccanapoli. Tre tavolini sulla rotonda della piazza, apparecchiati e con i piatti vuoti.

Una protesta simbolica, ma forte, di chi è ormai “allo stremo – prosegue Ferrara –. Chiediamo che si possa riaprire anche a capienza ridotta, si deve dare anche a loro la possibilità di sostenere le spese quotidiane, non mettono un piatto a tavola da tempo e per questo qui abbiamo portato piatti vuoti. Riaprono teatri e palestre e non capiamo perché non viene tutelato il comparto ristorazione, in centro storico non ci sono grandi superfici ma trattorie a livello familiare, si arriva a 8, 12, 15 tavoli al massimo”.

ad

Conclude il presidente dell’associazione, che rappresenta circa 15 ristoranti del centro storico ma parla, e oggi ha protestato, a nome di tutti i colleghi.

Riproduzione Riservata