Notte di sangue a Gragnano, il 16enne è morto all’ospedale di Castellammare di Stabia: grave l’amico che l’ha accompagnato

di Luigi Nicolosi

ad

Rissa tra giovanissimi in provincia di Napoli degenera in omicidio. Un ragazzo di 16 anni, N.D., è deceduto stanotte nell’ospedale di Castellamare di Stabia dove è stato trasportato in auto da Carlo Langelotti, 30 anni. Anche quest’ultimo è ferito in maniera grave ed è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Entrambi sono originari di Pimonte e sono stati accoltellati. Secondo una ricostruzione ancora al vaglio, la lite tra i due gruppi di ragazzi sarebbe scoppiata in via Vittorio Veneto a Gragnano.

La vittima, il 16enne, aveva alle spalle una parentela piuttosto ingombrante: si tratta infatti del nipote del ras ergastolano Nicola Carfora “’o fuoco”, fratello della madre del ragazzino. Le indagini, coordinate della Procura minorile di Napoli, sono state affidate ai detective della polizia di Stato che nelle prossime ore proveranno a interrogare il 30enne che ha accompagnato la vittima. Ancora tutti da chiarire i motivi che hanno fatto esplodere la rissa.