Rappresentano l’elemento di prossimità con i pazienti del territorio, e adesso sperimentano la modalità delle ricette calate dalle finestre

Lo ha detto a chiare lettere, ieri pomeriggio, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca: il personale sanitario è la priorità. «Perché se vengono a mancare i medici, gli ospedali chiudono».

A quotidiano rischio contagio, oltre a coloro che sono in prima linea nei nosocomi campani insieme a infermieri, tecnici e operatori sanitari, anche i medici di famiglia e i pediatri. In molti, a Napoli, si sono organizzati con «sportelli», alle finestre, da cui calano le ricette.

ad