(Nelle foto gli arrestati Vincenzo Zimbetti e Michele Spinelli)

Il gip conferma il decreto di fermo per i maggiorenni Michele Spinelli e Vincenzo Zimbetti, domani sfileranno davanti al giudice anche i quattro minorenni

di Luigi Nicolosi

Prima tegola giudiziaria per il commando di giovanissimi banditi ritenuto responsabile del raid costato lo scooter al rider Gianni Lanciano a calata Capodichino. Oggi pomeriggio il gip del tribunale di Napoli, Enrico Campoli, al termine dell’udienza di convalida ha confermato il decreto di fermo e disposto il carcere per i due giovani di 19 e 20 anni, Michele Spinelli e Vincenzo Zimbetti, coinvolti nell’aggressione ripresa in un video che ha letteralmente fatto il giro dei social e del Paese.

ad

I due avrebbero fatto parte del commando che ha picchiato e rapinato il fattorino 50enne Giovanni Lanciano la notte tra venerdì e sabato scorsi, mentre si accingeva a completare la sua ultima consegna. La decisione è stata presa al termine dell’udienza di convalida del decreto di fermo emesso per i reati di rapina aggravata in concorso dalla Procura di Napoli (pm Federico D’Amodio, procuratore aggiunto Rosa Volpe). Del branco hanno fatto parte anche due 17enni e due 16enni, anche loro sottoposti a fermo, per lo stesso reato, dalla Procura per i Minorenni di Napoli (sostituto procuratore Nicola Ciccarelli). Diversi indagati risultano imparentati con alcuni esponenti di punta del clan Di Lauro di Secondigliano.

Riproduzione Riservata