La Gdf ha fermato 4 imprenditori tra la Lombardia e la Campania

Quattro imprenditori sono stati sottoposti a misura cautelare, in carcere e ai domiciliari, tra la Lombardia e la Campania, con accuse a vario titolo per bancarotta fraudolenta, frode fiscale e autoriciclaggio, dopo un’indagine della Guardia di Finanza di Monza. Soldi che finivano in un marchio di moda.

A quanto emerso infatti i quattro, marito e moglie di origine campana residenti in Lombardia e la madre della donna e un prestanome invece residenti al sud Italia, avrebbero omesso i pagamenti di tasse e contributi e distratto capitale della loro catena di pizzerie “Don Angelin”, con sede nelle province di Monza, Milano e Varese, i cui proventi illeciti venivano reinvestiti nel marchio di moda “Albagia”, indossato e sponsorizzato da ignare star di musica e spettacolo. Dalle intercettazioni telefoniche eseguite dalle fiamme gialle e le analisi forensi di supporti informatici, nonché grazie agli accertamenti della documentazione contabile ed extra contabile, è emerso come gli indagati distraessero sistematicamente capitali.

ad

Sono ancora in corso le perquisizioni e i sequestri preventivi di beni a carico di tutti e quattro, per un totale di circa un milione e duecentomila euro.

Riproduzione Riservata