I dubbi del fratello del sindaco.

Dopo quattro mesi, Baroq, il bistrot di Piazza Vittoria che vede tra i soci Claudio de Magistris, fratello minore del sindaco di Napoli, riaprirà a dicembre. E, come conferma un articolo del ‘Mattino’, a firma del collega Valerio Esca, proprio deMa jr potrebbe avere un ruolo marginale o addirittura uscire dal progetto. Alla base della decisione pare ci siano motivi personali e forse anche e soprattutto le tante polemiche intorno alla sua figura. Le accuse di favoritismo non sono mancate, infatti, nella vicenda che ha portato alla temporanea chiusura per la mancanza dei permessi in merito all’allargamento del marciapiede che si trova nella strada dove appunto sorge il locale. Permessi per i dehors, tavolini e gazebo che sono arrivati a inizio mese. In tutto, tra la presentazione del primo progetto e l’ultimo lasciapassare, ci sono voluti tre anni.

Il locale, che vede tra i soci anche il noto gallerista d’arte Dario Porcini e l’imprenditore Roberto Gargano, intanto, numeri alla mano, non è riuscito a ingranare come ci si sarebbe potuto aspettare dopo il boom iniziale. E proprio per questo, in vista della sua riapertura che potrebbe avvenire proprio il 6 dicembre, giorno dell’inaugurazione avvenuta un anno fa, sembra destinato a qualche cambiamento di format. Che punti maggiormente sull’arte, con una nuova mostra, visti anche i risultati altalenanti del ristorante. E in attesa che Claudio de Magistris sciolga le riserve sul suo futuro.